Arredamenti in Bambù: il materiale antisismico che si rigenera

bambù2

Quando si parla di mobili etnici il bambù è un elemento che spopola nel tempi moderni anche se il suo impiego in edilizia è molto antico. Oggi vogliamo parlare di questo materiale che garantisce sicurezza, flessibilità e che – essendo vivo – conferisce un aspetto unico ad ogni luogo sia che venga impiegato in singoli elementi decorativi, sia per quanto riguarda il suo impiego nell’arredamento. Il bambù è stato riscoperto molto di recente grazie ad una sua specifica qualità, quella della rigenerazione veloce, nel quadro della crisi ambientale che vive il nostro pianeta tale caratteristica è estremamente importante e garantisce la possibilità di usufruire di un materiale vivo naturalmente antisismico anche in virtù del fatto che la sua durezza è pari all’acciaio e che sotto sollecitazione è flessibile, inoltre rispetto a materiali da costruzione come il cemento questo legno sostiene una compressione di peso doppia, per queste ragioni molti architetti al giorno d’oggi lo considerano uno dei materiali migliori per l’edilizia del futuro essendo ecocompatibile, naturale, di facile rigenerazione ed estremamente flessibile. Noi però vogliamo osservare questo materiale anche per altre suoi potenziali impieghi, quelli decorativi e quelli legati agli elementi d’arredo. Nel primo caso l’utilizzo del bambù in mobili etnici è un qualcosa che siamo largamente abituati a vedere e considerare anche per le nostre case e ci riferiamo ad elementi come le sedie, i tavolini e le credenze. Per quanto riguarda le sedie nello stile vintage rientrano anche quelle in bambù mentre nel caso di tavolini e credenze sono un pochino più rari in Italia ma con la diffusione della mobilia in stile etnico anche questi si stanno diffondendo. Sapevate che il bambù favorisce l’assorbimento di anidride carbonica? Questa sua tendenza ce lo fa apprezzare ancora di più e tale caratteristica viene calcolata anche nell’applicazione a parete esterna di questo splendido materiale che funge così da decorazione ricordandoci la sua provenienza e il fatto che la natura è viva e può anche essere funzionale anche nel design esterno e non solo in quello interno di uno spazio abitato.
Con il bambù si realizzano:
•    Strutture esterne
•    Strutture interne
•    Mobili
•    Pareti divisorie
•    Rivestimenti
•    Complementi e oggetti di design
•    Pavimenti

mobili in bambù
Viste le sue caratteristiche comprendiamo bene che tutti gli impieghi di questo materiale garantiscono stabilità, durevolezza e bellezza. Ad esempio i parquet in bambù sono un altro modo per avere in una casa l’eleganza del parquet fornita da un legno che si rigenera in maniera veloce. Questo legno in oriente ha avuto il suo sviluppo nel corso dei secoli, le strutture portanti in bambù da noi sembrano ancora una chimera mentre in altri paesi vengono realizzate da moltissimo tempo e non solo per le capanne. Fortunatamente oggi il bambù viene considerato in diversi stili non solo in quello etnico ma anche nel moderno e costituisce un elemento decorativo impiegato in vari ambienti sia esterni che interni della casa, ci compiacciamo di questo viste le sue innumerevoli doti e anche dal punto di vista estetico possiamo dire senza paura di essere smentiti, che ha le sue qualità.

I commenti sono chiusi